Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Giornata della Ricerca Italiana

Il giorno della ricerca italiana celebrato in residenza con la presenza di 100 professori e ricercatori italiani, che lavorano nelle università emiratine. “La ricerca e la diplomazia – ha osservato l’ambasciatore Lorenzo Fanara – sono alleate naturali. Le minacce globali, dal cambiamento globale alle pandemie, richiedono a scienziati e diplomatici di lavorare fianco a fianco. Gli scienzati condividono inoltre con i diplomatici l’importanza del dialogo, del lavoro di squadra, della perseveranza nei tentativi di individuare soluzioni concrete a problemi complessi. E soprattutto sono accomunati dal rifiuto di dogmatismi e estremismi. Per questo, la ricerca è il miglior antidoto al fanatismo e promuove la tolleranza. La presenza negli Emirati Arabi Uniti di così tanti ricercatori è inoltre un ponte, che consente di avvicinare i sistemi universitari e di ricerca industriale tra i due Paesi”.

Ha partecipato all’evento l’astronauta dell’Aeronautica Militare e dell’Agenzia Spaziale Europea, Generale Roberto Vittori. “L’Italia svolge un ruolo molto importante nel collegare spazio e diplomazia – ha dichiarato Vittori. “La space diplomacy nacque in Italia, dove fu firmato il primo accordo della storia per l’esplorazione dello spazio. Gli Emirati Arabi Uniti saranno protagonisti del futuro dell’esplorazione spaziale. Le opportunità di collaborazione nel settore sono moltissime”.

Nell’occasione della giornata, l’ambasciata ha promosso la costituzione di una rete tra i ricercatori italiani negli Emirati Arabi Uniti, con l’obiettivo di facilitare scambi di informazioni sui loro progetti e interazioni scientifiche.

2d253ab8 1783 402c 98e6 753736c45495

539bdc63 052e 4152 8215 bef48aa2de85

585e0f8a 7a76 4692 8fb5 5e58d946d64e